Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI

Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI
Bed&Breakfast a Roma: Vacanze a Roma

domenica 12 luglio 2015

CHE BARBA...A CINECITTA'!..L'ARTE DEL BARBIERE RITROVATO!



 A Siviglia c'è sempre quello di Rossini ma nella Capitale sono rimasti in pochi. Tutti molto bravi,  è possibile  considerarli una  specie in via d'estinzione assolutamente da proteggere. Col risultato di trasformare quella che più a Sud è ancora una sana abitudine accessibile ai più, in una stravaganza snob e a volte costosa. Eppure, farsi radere da un barbiere non è soltanto perversione d'antan.Quella lama passata con perizia sulla gola e le guance, piccoli tocchi sapienti che seguono le tortuose e mai eguali direzioni della peluria facciale, non serve solo a rendere la pelle liscia come l'avete avuta soltanto da ragazzino. Una rasatura dal figaro è anche e soprattutto un'incomparabile pausa di relax, una scarsa mezz'ora di distensione e riflessione ritagliata nella vostra giornata di lavoro o nel fine-settimana, l'occasione di una conversazione breve ma intensa con persone, i barbieri appunto, che hanno una naturale predisposizione a filosofare, sono depositari di saggezza mondana e si confermano invariabilmente autentici genius loci della realtà circostante.
Frequentare i maestri di questo piccolo drappello è anche un altro modo per riscoprire la città, ritrovarne lo spirito antico, ascoltarne il cuore profondo. Ci sono gli anziani e i più giovani, quelli che facevano la barba a De Sica, ai De Filippo e ai Ruspoli e quelli che hanno appesi in negozio i quadri, con cui artisti famosi pagavano in natura i loro barba e capelli.  «E' un mestiere che sparisce, un'arte che va perdendosi»...ma grazie alla passione e l’impegno di Eliseo e Paolo Salomone,  passione ed impegno per l’arte del Barbiere, a Cinecittà o meglio a Viale Anicio Gallo,  (a pochi metri a piedi dal B&B ACQUEDOTTI ANTICHI) nella loro bottega, si rinnova questa antica tradizione accompagnandosi inoltre all'attenzione ed alla cura sia dei capelli che della barba!




Tutto inizia con la classica e tradizionale  BARBA CON PANNI CALDI...aromatizzati con essenze  profumate che immediatamente donano un senso di relax  e tutto si trasforma in un rito di cura del corpo e della mente.
Per i capelli abbiamo la sfumatura PETTINE E FORBICE e poi la barba...
CHE BARBA...ragazzi ...ma assolutamente non si parla di noia bensì di sculture, di opere d'arte che vengono sfoggiate non senza un pizzico di civettuola vanità da ragazzi di tutte le età...

Eliseo e Paolo propongono anche dei corsi ed argomentano così la loro scelta:
" Noi amiamo il nostro mestiere! Per questo motivo siamo stati spinti a tradurre in metodo d’insegnamento ciò che ci ha fatto diventare dei veri Barber “moderni” e a metterlo a disposizione di chi, con passione, vuole intraprendere questo percorso!
La nostra scuola pone basi solide per un futuro da veri Barber, percorrendo tutte quelle tappe che partono dal tenere in mano gli utensili base fino ad affrontare tecniche avanzate di taglio."





B&B ACQUEDOTTI ANTICHI a Roma
il nostro sito
Fermata Metro A SUBAUGUSTA e di fronte al Parco degli Acquedotti
il nostro blog
la nostra pagina facebook
il nostro video su youtube
CASA VACANZA ROMA-CINECITTA' FLAT
la nostra pagina facebook
le foto delle camere
Fermata Metro A GIULIO AGRICOLA
CONTATTATECI AL 3291162203

lunedì 29 giugno 2015

3 GIORNI A ROMA CON I FIGLI...ADOLESCENTI!!!


Adolescenza (dal latino adulescentia, derivato dal verbo adulescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato infantile a quello dell'individuo adulto. Anche se è difficile  darle dei limiti  generalmente questi vengono posti nella fascia d'età che va dai 13 ai 19 anni...ovviamente ci sono sfumature pre e post...ed i genitori lo sanno bene, come sanno bene quanto risulta complicato organizzare una qualsivoglia attività con un figlio/figlia adolescente che si rispetti.

Gli adolescenti: i genitori non li capiscono e si sentono al guinzaglio continuamente, si percepiscono troppo piccoli per tante cose ma oramai troppo grandi per altre...compreso  viaggiare con i genitori...oramai "roba superata"!

Per questo motivo  vogliamo correre in soccorso di tutti i genitori che , pur volendo visitare Roma, non riescono a presentare  appetibile questo viaggio ai  propri figli adolescenti!










PRIMO GIORNO
Prima informazione (antipasto alla presentazione del progetto "criminoso" di un viaggio a Roma ideato da quei 2 pallosi che rispondono al nome di Mamma e Papà) nel B&B  ACQUEDOTTI ANTICHI  c'è il wi-fi gratuito e la tv satellitare con Sky ed in più è vicinissimo alla fermata della metro A ...non sarà sufficiente, lo sappiamo, ma forse vi permetterà di continuare ad esporre qualche altro punto del progetto stesso  senza che l'adolescente  vi guardi con occhi misti a pietà e risentimento generazionale, allontanandosi con passo lento e strascicato  verso la sua tana, totalmente sfiduciato nei confronti della categoria GENITORI!...ma il punto 2 deve arrivare immediatamente.

Prima che l'adolescente pronunci le fatidiche parole: "andate voi...io posso rimanere a casa da sola/o  oramai sono grande...non vi fidate? ho 15 anni e mezzo non sono una bambina/o di 3 anni!", voi lo placcate proponendogli una visita al Colosseo...( mi raccomando mantenete  un'espressione seria  un po' professorale) e quando lei/lui vi guarderà disgustata/o lo stupite con un: si certo ma nei sotterranei...andiamo a visitare i sotteranei del monumento più famoso del mondo ehehehe tutti bravi a guardare l'esterno!...il mistero del ventre dell'Anfiteatro vi farà acquistare ben 15 minuti d'attenzione da parte del pargola/o!
Ovviamente questa visita sarà effettuata prenotando il biglietto con il bus Rome Open Tour...si sa che gli adolescenti non amano camminare .... specialmente se debbono farlo insieme ad un'anzianissima coppia decrepita e noiosa che gli è parente...molto stretta   in tutti sensi.
L'escursione con il Rome Open Tour offrirà a tutta la famiglia la possibilità di guardare Roma , fermandosi nei punti che vorrete visitare più attentamente e riprendendo poi  l'autobus successivo infatti il biglietto ha una durata di 24-48 ore a scelta.
Pranzo.... si pranza con panini  ed a Roma c'è l'imbarazzo della scelta ma noi vi consigliamo L'Antico Forno di Fontana di Trevi, vicino all'omonima famosissima fontana ed è inoltre una delle fermate del Rome Open Tour, l'occasione è ghiotta, uno spuntino davanti alla più celebre fontana del mondo. Si può scegliere tra la pizza bianca e i panini già farciti esposti nel banco o farsi preparare qualcosa a proprio gusto. Sono disponibili anche vaschette take away con pasta fredda e macedonia. Per gli amanti della pizza alla pala basta attraversare il locale e attendere il proprio turno al banco del fornaio.  Assolutamente da provare quella “scrocchiarella” tipica romana.
Prezzi: 2,20 euro la pizza bianca e i panini già farciti; pizza alla pala a peso
L'Antico Forno-Fontana di Trevi, via delle Muratte,8, Roma. Tel 06.6792866 Sito




La sosta presso Fontana di Trevi è d'obbligo così anche la/il giovane implume adolescente potrà praticare lo sport nel quale eccelle...gettare i soldi... gettare un soldino a compimento di qualche desiderio nella fontana.

Dovete sapere che esistono due leggende sulla Fontana di Trevi: secondo la prima, se si lancia una moneta nella fontana mettendo la mano destra sulla spalla sinistra, il ritorno a Roma è garantito.

L’altra leggenda, che ha ispirato il film "Tre soldi nella fontana di Trevi", vuole che, se si gettano tre monete nella fontana la prima  garantirà il ritorno a Roma, la seconda porterà una nuova storia d'amore, mentre la terza porterà al matrimonio!




Terminato il pranzo ed il rito...si riparte  riprendendo il bus Rome Open Tour che comodamente vi porterà in giro per Roma  fino a tutto il pomeriggio per poi riportarvi a Stazione Termini dove prenderete la metro A e tornerete presso il B&B , nella vostra camera , linda ed accogliente. Relax e cena...
Metti una sera a cena...a Roma... dove andare? La prima sera vi consigliamo di rimanere in zona tanto per non calcare la mano...ed anche la tasca la scelta giusta è la trattoria MAGNA ROMA a poche decine di metri da B&B , dove il rapporto qualità/prezzo è tutto a vantaggio della qualità   accompagnata dall'estrema economicità del conto finale. Ampia scelta di cucina tipica  romana.


SECONDO GIORNO
Se siete riusciti ad esporre il primo giorno di viaggio, anche a grandi linee, sarete pronti a stuzzicare la/il giovane con il programma del secondo giorno.
Il secondo giorno si apre con una abbondante colazione servita in camera presso il B&B Acquedotti Antichi.
La visita che proporrete oggi è stupefacente ed affascinante: il Ghetto Ebraico
nel cuore di Roma.
Vi consigliamo di prenotare la visita al Museo Ebraico  che inoltre (sempre su prenotazione) propone una passeggiata storica nel quartiere.
La passeggiata dura un'ora e vi svelerà  poco a poco la storia e gli eventi che hanno segnato questo pezzo di Roma  dove si mescolano arte, cultura, religione di una Roma multietnica da sempre.
Anche in questa occasione panini!...panini kosher al Ghetto presso la paninoteca Fonzie Burger's House.


Caffè in uno dei tanti bar che si affacciano su Portico d'Ottavia e poi si torna al B&B anche perchè il pomeriggio si va a visitare gli STUDIOS di CINECITTA'  che distano 5 minuti a piedi dal B&B ACQUEDOTTI ANTICHI.


 La sera si cena fuori porta  FRASCATI E LE SUE FRASCHETTE...porchetta, pane, vino, acqua, e vista mozzafiato passeggiando nella splendida cornice di Frascati.
A questo punto la/il giovane virgulto è pronto per una gustosa dormita nel silenzio che caratterizza le stanze del B&B ACQUEDOTTI ANTICHI.

TERZO GIORNO

...la mattina inizia sempre con l'abbondante colazione che il vostro complice, Marco, ha preparato all'ora giusta...ma la giornata finale è una full immersion nel centro di Roma con effetti speciali.


Si inizia la mattina con il Tour dei Caffè storici di Roma.
Prendete la metro A, che come oramai già sapete, dista meno di 300 metri dal B&B scendete alla fermata Spagna.

Il primo è il  l'Antico Caffè Greco  a via Condotti dove oltre al caffè potrete ammirare i salottini e le opere d'arte in essi presenti godendo di un altro pezzo di storia di Roma.
Proseguiamo poi ed arriviamo al Caffè Tazza d'oro vicino al Pantheon (di fronte c'è un'ottima rivendita di cioccolato e troverete prodotti per tutti i gusti).
Proseguiamo ed arriviamo al Pantheon ...che dire forse riuscerete a forza a far entrare l'adolescente, ovviamente dopo essersi rimpinzato precedentemente di cioccolata, nel celebre monumento, magari raccontagli brevemente la sua storia.
Il Pantheon è il monumento romano che vanta il maggior numero di primati: è il meglio conservato, ha la cupola in muratura più grande di tutta la storia dell'architettura, è considerato l'antesignano di tutti moderni luoghi di culto, ed è stata l'opera dell'antichità più copiata ed imitata.
Michelangelo la considerava opera di angeli e non di uomini.
Il punto in cui sorge non è casuale ma è un luogo leggendario della storia della città. Secondo una leggenda romana, infatti, questo era il posto dove il fondatore di Roma, Romolo, alla sua morte fu afferrato da un'aquila e portato in cielo fra gli dei.
Ma a che cosa serviva e cosa indica il suo nome?
Il nome deriva da due parole greche: pan, "tutto" e theon "divino", in origine infatti il Pantheon era un piccolo tempio dedicato a tutte le divinità romane. Fatto erigere tra il 27 e il 25 a.C. dal console Agrippa, prefetto dell'imperatore Augusto, l'edificio attuale è opera di successive e imponenti ristrutturazioni.
Domiziano nell'80 d.c, lo ricostruì dopo un incendio, trent'anni dopo colpito da un fulmine prese nuovamente fuoco. Fu allora ricostruito nella sua forma attuale dall'imperatore Adriano, sotto il cui regno l'impero di Roma raggiunse il culmine del suo splendore, ed è probabile che la struttura attuale sia frutto proprio del suo genio eclettico dai gusti esotici. Infatti, il Pantheon unisce ad una struttura cilindrica, di chiaro stampo romano, lo splendido colonnato esterno d'ispirazione greca.
Benché la nuova struttura risultasse molto diversa da quella originale l'imperatore Adriano volle che sulla facciata fosse apposta un'iscrizione latina che tradotta significa "Lo costruì Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta".
...e dopo aver impressionato la/il  giovane col guinnes di primati che vanta il Pantheon entriamo ed ammiriamo questo capovaloro.
Poco distante c'è Piazza Navona...potremmo dirigerci al Bar dei 3 Scalini ed assaggiare il mitico tartufo....davanti alla Fontana dei 4 fiumi! 


Si torna indietro verso  Piazza di Spagna perchè  l'ora di pranzo è arrivata ed oggi la/lo stupiremo...pranzo al museo e che museo.
Mangiare fra opere d'arte e storia è possibile forse solo a Roma la meta del nostro pranzo a prova di adolescente è il Ristorante Museo Canova Tadolini a Via del Babuino.
Giornata intensa e di passeggio , le vie del centro , le vetrine, la storia, i profumi, i turisti insomma Roma concluderemo  la sera passeggiando per la Via della Dolce vita, Via Veneto  e stasera si mangia all'Hard Rock Caffè  che si trova proprio a Via Veneto.
Immaginiamo che non ve la  caverete solo con la cena , l'acquisto della maglietta è d'obbligo ma in fondo un souvenir di Roma  bisognava pur comprarlo no?...


Si torna in stanza...domani si parte  questi 3 giorni sono terminati ed anche molto in fretta ricordatevi però che per tutto il 2015 il B&B  ACQUEDOTTI ANTICHI propone l'offerta  IL QUARTO GIORNO.
Saremo pronti anche a questa evenienza ...sapremo consigliarvi itinerari  adatti a stupire  piacevolmente i vostri figli!
Buon soggiorno a Roma!

B&B ACQUEDOTTI ANTICHI a Roma
il nostro sito
Fermata Metro A SUBAUGUSTA e di fronte al Parco degli Acquedotti
il nostro blog
la nostra pagina facebook
il nostro video su youtube




CASA VACANZA ROMA-CINECITTA' FLAT












Fermata Metro A GIULIO AGRICOLA





sabato 27 giugno 2015

CON 25 EURO A PERSONA A ROMA!!!







25 EURO A PERSONA AL GIORNO COMPRESA LA COLAZIONE IN CAMERA MATRIMONIALE CON SOGGIORNI DI:  2 notti infrasettimanali o 3 notti per il fine settimana.
TUTTA ROMA A POCO PREZZO!



LETTO AGGIUNTO 25 EURO A NOTTE
CAMERA QUADRUPLA 95 EURO A NOTTE.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

B&B ACQUEDOTTI ANTICHI A ROMA

06 45555635-3291162203


Offerta valida dal: 20 LUGLIO 2015  al 10 AGOSTO 2015




Per coloro che volessero  visitare Roma senza
rinunciare alla comodità di casa propria il B&B ACQUEDOTTI ANTICHI mette a disposizione un appartamento (elegantemente ristrutturato) fino a 7 posti letto.L'appartamento, situato a poche decine di metri dalla fermata metro A (Giulio Agricola), offre tutti i comfort e rappresenta una soluzione economica per una famiglia che voglia visitare Roma contenendo i costi.
PER INFORMAZIONI CONTATTATECI AL 3291162203



B&B ACQUEDOTTI ANTICHI a Roma
il nostro sito
Fermata Metro A SUBAUGUSTA e di fronte al Parco degli Acquedotti
il nostro blog
la nostra pagina facebook
il nostro video su youtube
CASA VACANZA ROMA-CINECITTA' FLAT
la nostra pagina facebook
le foto delle camere
Fermata Metro A GIULIO AGRICOLA
CONTATTATECI AL 3291162203


venerdì 26 giugno 2015

A ROMA CON 25 EURO A PERSONA

LAST MINUTE DAL 28 AL 30 GIUGNO
LA CAMERA MATRIMONIALE  A SOLI 50 EURO (25 EURO IL LETTO AGGIUNTO)




LE NOSTRE OFFERTE PER VISITARE ROMA a 25 euro a persona

3 giorni in camera matrimoniale 170 euro

4 giorni in camera matrimoniale 200 euro

3 giorni in camera tripla 260 euro

4 giorni in camera tripla 300 euro

Offerta camera singola    3 giorni  110 euro
                                          4 giorni  140 euro


Offerta valida dal 1°luglio 2015 al 31 agosto 2015


mercoledì 10 giugno 2015

L'EGITTO A ROMA: LA PIRAMIDE CESTIA


La Piramide Cestia è l’unico monumento superstite di una serie presente a Roma nel I sec. a.C., quando l’edilizia funeraria fu interessata dalla moda sorta a Roma dopo la conquista dell’Egitto nel 31 a.C. da allora una piramide vera, non una mera ricostruzione, può essere visitata anche a Roma.

Per arrivare alla PIRAMIDE CESTIA  dal B&B Acquedotti Antichi è sufficiente prendere la metro ed in meno di  30 minuti  potrete ammirare questa stupenda testimonianza della storia (cliccando su Piramide Cestia vi si aprirà il percorso)

La Piramide di Caio Cestio ci riporta agli albori dell’epoca imperiale, quando Ottaviano Augusto, erede di Cesare, diveniva il princeps, il detentore assoluto e incontrastato del potere. Caio era stato tribuno della plebe e membro del collegio sacerdotale degli Epuloni da epulo “banchetto”: essi si occupavano di organizzare dei banchetti rituali ogni anno per celebrare l’apertura del tempio di Giove Capitolino. Cestio era dunque un uomo politico che poteva permettersi, per rendere eterna la memoria di sé e affacciarsi alla morte con dignità, un monumento funebre decisamente singolare. La moda egizia, infatti, a lungo guardata con ostilità dai romani tradizionalisti e orgogliosi della propria cultura autoctona, si andava diffondendo a Roma dopo la battaglia di Azio (31 a.C.) e la sconfitta dei due grandi nemici della potenza di Roma, Antonio e Cleopatra, incarnanti la dissoluzione e la decadenza dei costumi.

 

L’aristocrazia romana attratta dal fascino dell’esotico si fece catturare da quella cultura altra e la piramide di Caio Sestio rappresenta proprio uno degli esempi più concreti e tangibili di questa forte influenza.

Fin dall’esterno la Piramide, con il suo imponente profilo, si racconta.
Il marmo bianco che scintilla al sole caldo dell’estate alle porte reca le tracce di una storia singolare, che illumina anche la personalità del suo “inquilino”: l’iscrizione laterale ci informa delle volontà testamentarie di Caio Sestio che, desideroso di avere una lussuosa abitazione dopo la propria morte, impose ai discendenti di completare la costruzione della Piramide entro 330 giorni dalla sua morte. Pena la perdita dell’eredità. Caio sapeva bene come intimidire i suoi.

Se ci caliamo nelle profondità della costruzione, però, ci troviamo a contatto diretto con il tempo trascorso, con il senso di precarietà che anche la grandiosità di questa tomba lascia percepire. Al centro della Piramide si trova soltanto una stanza, probabilmente la camera sepolcrale, piuttosto conservata nelle sue caratteristiche fondamentali. Le pareti, dipinte di bianco, lasciano intravedere la decorazione originaria in stile pompeiano, estremamente semplice nelle sue figurazioni. Sulle pareti le tracce del passaggio di generazioni di curiosi che dal 1600 in poi hanno profittato di questa insolita esperienza.

 

A nessuno sfuggirà il buco nel muro frontale, dove originariamente doveva trovarsi il ritratto del defunto: un ricordino probabilmente frutto dell’abile lavoro dei tombaroli che sono i responsabili del vuoto della stanza. Perché Caio Sestio, che voleva essere ricordato (e ci è decisamente riuscito), non dimora più nella sua cella. Non sappiamo nemmeno se venne inumato in un sarcofago come un vero faraone egizio o ridotto in cenere secondo l’uso dell’epoca.

Resta soltanto un nome inciso nel marmo e un monumento che sembra affiorare dalla terra quasi come se provenisse dall’altra parte del mondo, una porta di accesso ad un’altra realtà.
La Piramide, però, non è sempre stata “isolata”. Per un periodo, secondo un uso tipico della nostra Roma a strati, continuamente in crescita su sé stessa e soggetta a distruzioni, riusi e incorporamenti, la Piramide è stata inglobata nelle Mura Aureliane in cui oggi sorge il Museo di Porta San Paolo.
Il Museo venne realizzato nel 1964 per illustrate la topografia di quest’area: la via Ostiense, che da qui aveva inizio, conduceva al porto di Roma, Ostia.
All’interno degli spazi angusti ma affascinanti del Museo, ci troviamo ad osservare come in una visione aerea, grazie ai plastici realizzati da Italo Gismondi, l’antica configurazione della città di Ostia e dei due porti che hanno rappresentato, in epoca imperiale, la via d’accesso marina a Roma: il porto di Claudio e quello di Traiano.

 

Al di là dei reperti qui conservati, testimonianze ritrovate lungo la via Ostiense, la parte forse più interessante della nostra visita è rappresentata dalla possibilità di vedere dall’interno le Mura Aureliane: scoprire la consistenza reale, fisica di queste antiche difese di Roma, ammirare da vicino i resti di affreschi di epoca medievale – testimonianza del riuso di una delle torrette da parte di una comunità bizantina per il culto -, passeggiare sul camminamento esterno come le sentinelle che dall’alto custodivano l’ingresso della città e lanciare uno sguardo, inedito, sulla Piramide che con la sua punta rivolta verso il cielo sembra sfidare il tempo.

 

Orari per le visite
II e IV sabato del mese per i singoli alle ore 11.00, per i gruppi alle ore 10.00 e 12.00.
E' possibile visitare il monumento solo con visita didattica o accompagnata (info e prenotazioni Coopculture 06 39967700).
A partire dal mese di giugno 2015 sono previste visite guidate su prenotazione alla Piramide di Caio Cestio anche la II e la IV domenica del mese.
Si segnala, inoltre, che il 1° e il 3° sabato di ogni mese, alle ore 10.30, è consentito, dopo la visita al Museo della Via Ostiense, l'accesso alla Piramide. E' indispensabile la prenotazione al n. 06 5743193 (Museo della Via Ostiense)
Biglietti: 
Prenotazione ingresso obbligatoria. Singoli Euro 1.50; gruppi Euro 30.00 (coopculture) 06 39967700.
Prenotazioni: 
Informazioni e prenotazioni 06 39967700 (Coopculture).
Per le visite del 1° e 3° sabato di ogni mese 06 5743193 (Museo della Via Ostiense)

B&B ACQUEDOTTI ANTICHI a Roma
il nostro sito
Fermata Metro A SUBAUGUSTA e di fronte al Parco degli Acquedotti
il nostro blog
la nostra pagina facebook
il nostro video su youtube



CASA VACANZA ROMA-CINECITTA' FLAT
Fermata Metro A GIULIO AGRICOLA