Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI

Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI
Bed&Breakfast a Roma: Vacanze a Roma

lunedì 9 aprile 2012

"Appiappiedi", trekking e brunch sulle tracce della storia








Camminare lungo l'Appia Antica è un'esperienza che offre sempre il gusto di scoprire la storia. Si passeggia lungo l'antico tracciato disegnato nel 312 a. C., si ammirano i monumenti sorti tra epoca repubblicana e tardo impero, si rileggono le trasformazioni medievali quando divenne patrimonio di San Pietro, fino all'assetto che ha ricevuto nell'800 coi restauri del Canina.

Lo spettacolo di un museo all'aperto che torna a proporre da oggi, giorno di Pasquetta, la rassegna "Appiappiedi" promossa dalla Soprintendenza ai beni archeologici di Roma e organizzata dalla società PierreciCodess, che quest'anno, insieme al trekking archeologico guidato di circa due ore e mezza, riserva anche un brunch a Villa di Capo di Bove, sede dell'Archivio Cederna. Proprio qui, una delle ultime acquisizioni della soprintendenza, dove è stato riportato alla luce l'impianto termale di un'antica abitazione romana, si potrà degustare una colazione con prodotti e ricette tipiche della campagna romana, in un'area verde ombreggiata dai pini e impreziosita da lavande e altre piante aromatiche.

L'iniziativa, che replicherà con questa formula tutte le domeniche di aprile e maggio, per poi riprendere a settembre e ottobre, offre l'opportunità di conoscere le scoperte più recenti e i restauri in corso. Primo fra tutti, quello sul tratto di strada al IV Miglio, dal Forte Appio.

"Smontando i basoli abbiamo ritrovato interrati una serie di reperti architettonici di epoca augustea appartenenti ai monumenti funerari della strada - racconta la direttrice Rita Paris - Le parti decorative erano rigirate verso la terra e si sono perfettamente conservate. Sono riemersi anche epigrafi, fra cui una rimanda alla Gens Statilia, la stessa legata alla storia della basilica sotterranea di Porta Maggiore. Pensiamo che siano stati inseriti durante i lavori di pavimentazione del Canina. Ora stiamo studiando una loro ricomposizione e interpretazione". Per "Appiaappiedi", i reperti saranno esposti a Capo di Bove insieme ad altri gruppi inediti rinvenuti nell'area di Berretta del Prete, rimasti chiusi nei depositi delle Terme di Diocleziano.

Se Capo di Bove sarà l'epilogoristoro del Grand Tour, il prologo lo regala la Villa dei fratelli consoli Quintili, fatti uccidere da Commodo per requisire la loro straordinaria residenza che oggi appare, grazie agli sforzi della soprintendenza, immersa nell'agro romano. Qui si possono vedere già i monumenti di S. Maria Nova, al centro del grande restauro che tra un anno esatto la aprirà al pubblico.

E si potrà curiosare sui mitici Tumuli degli Orazi e Curiazi oggetto di una rivoluzionaria indagine da parte dell'università olandese di Nijmegen. Si prosegue per circa due miglia tra monumenti, epigrafi, statue acefale fino al Mausoleo di Cecilia Metella e al Castrum Caetani, antica dogana dei papi. Villa dei Quintili (via Appia Nuova 1062) ore 10,30. Biglietto: euro 6 integrato musei Appia più 8 euro per il tour guidato (più 8 per il brunch che è facoltativo). Informazioni tel. 0639967700.