Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI

Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI
Bed&Breakfast a Roma: Vacanze a Roma

martedì 12 maggio 2015

GRAB: il Grande Raccordo Anulare delle bici attraversa il Parco degli Acquedotti

 GRAB è il progetto di VeloLove e Legambiente per la realizzazione di un anello ciclopedonale di 44,2 km, tutto interno al territorio capitolino. Del tragitto individuato, l'80,3% è già pronto: in poco più di un'ora e senza incrociare auto, porta chi pedala dalla periferia al centro.  Il GRAB sarà la greenway più lunga del mondo, che attraversa parchi e aree verdi.




 








Una capitale più vivibile passa anche attraverso le ruote di una bicicletta. Anzi, sono migliaia quelle che il progetto VeloLove ha in mente di portare lungo le piste di Roma. Per un'idea ambiziosa, il nome non può essere da meno: Grande raccordo anulare delle Bici, più semplicemente Grab.  Una lettera in più rispetto al noto anello che circonda Roma, una lettera che però vuole cambiare l'essenza stessa del godersi una città unica al mondo. Non solo per gli abitanti, ma anche per i tanti turisti che sognano un tour in bici tra il Colosseo e San Pietro.

















In concreto, cos'è il Grab? È il progetto per la realizzazione di un anello ciclopedonale di 44,2 km, tutto interno al territorio capitolino. In poco più di un'ora e praticamente senza incrociare automobili, porta chi pedala dalla periferia al centro, da est a ovest (da Montesacro all'Isola Tiberina ad esempio) o da nord a sud (dalla Salaria alla Piramide). Può suonare come un'opera mastodontica e di difficile realizzazione; in realtà, si presenta come un'infrastruttura leggera, ad alta redditività economica e - il che non guasta mai - assolutamente low cost. Anche perché, del tragitto individuato, l'80,3% è già pronto e pedalabile in tutta sicurezza.  Il percorso individuato, infatti, tutto pianeggiante, si snoda principalmente lungo vie pedonali e ciclabili, parchi, aree verdi e argini fluviali (31,9 km, il 72,2% del tracciato). Altri 3,6 km (l'8,1%) si sviluppano su marciapiedi che possono facilmente accogliere una ciclabile. Il Grab "è un moderno Grand Tour che - spiegano i coordinatori del progetto - da una strada di 2300 anni fa, l'Appia Antica, arriva alle architetture contemporanee del Maxxi di Zaha Hadid e alla street art del Quadraro e di Torpignattara unendo tra loro Colosseo, Circo Massimo, Caracalla, San Pietro e Vaticano, Gnam, parchi e paesaggi agrari eccezionali e inaspettati (Caffarella ed il Parco degli Acquedotti), ville storiche (Villa Ada, Villa Borghese, Villa Gordiani), i percorsi fluviali di Tevere, Aniene e Almone incrociando in più punti diverse stazioni ferroviarie, le linee A e B della metropolitana e anche la futura linea C".















L'obiettivo del Grab è quello di liberare la Capitale dalle sabbie mobili che la relegano al 55esimo posto tra le città più ciclabili d'Italia: con la pista urbana più lunga del mondo, Roma si candiderebbe con forza a diventare uno dei poli di attrazione principali per tutti gli amanti del cicloturismo. Dall'Appia Antica al Vaticano, dalla street art del Quadraro e di Torpignattara, passando per il Circo Massimo, i grandi parchi romani e i percorsi fluviali di Tevere, Aniene e Almone: le pietanze sul menù dei visitatori su due ruote sono pressoché infinite.
Con la possibilità di incrociare, sul proprio cammino, gli snodi principali di stazioni ferroviarie e della metropolitana. Tutto questo, a sette mesi dall'apertura ufficiale del Giubileo: calamita naturale per l'afflusso di turisti, l'Anno Santo non fa che aumentare il desiderio di quanti vorrebbero una metropoli a misura di bicicletta. Senza dimenticare i benefici per tutti coloro che praticano sport all'aria aperta, per i bambini e per le persone diversamente abili. La ciclovia, infatti, è progettata per renderla accessibile alle persone con disabilità motoria o sensoriale, è sicuramente turistica.

Il 17 maggio il GRAB viene aperto alla città con tre GraBike: quella Storica (small) è un breve percorso urbano che percorre una parte del GRAB all’interno del centro storico; l’Archeologca (medium) è una visita del lungo tratto del GRAB che corre tra il Parco regionale dell’Appia Antica, il Parco della Caffarella e il Parco degli Acquedotti. La Naturalistica (large) parte da Piazza del Popolo e percorre interamente il GRAB. E’ la prima opportunità per vedere di persona i 44,2 chilometri del percorso. Il  16 maggio, parte della Magnalonga sarà dedicata alla conoscenza del GRAB in occasione del tradizionale percorso di ciclodegustazione che, pedalando per Roma, consente di assaporare prodotti tipici di borghi e territori d’eccellenza.
Il B&B ACQUEDOTTI ANTICHI mette a disposizione dei suoi  ospiti "ciclomuniti" un deposito biclette gratuito e la vicinanza (50mt) dal meraviglioso Parco degli Acquedotti che rappresenta uno dei punti di   interesse storico-archeologico di punta del percorso  GRAB, per chi invece volesse noleggiare una bici il B&B ACQUEDOTTI ANTICHI offre uno sconto del 10% sul costo d'affitto giornaliero presso alcuni bike tour operator.


 B&B ACQUEDOTTI ANTICHI a Roma
il nostro sito
Fermata Metro A SUBAUGUSTA e di fronte al Parco degli Acquedotti
il nostro blog
la nostra pagina facebook
il nostro video su youtube



CASA VACANZA ROMA-CINECITTA' FLAT
Fermata Metro A GIULIO AGRICOLA