Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI

Bed And Breakfast a Roma:ACQUEDOTTI ANTICHI
Bed&Breakfast a Roma: Vacanze a Roma

domenica 25 agosto 2013

PRENOTAZIONI "SALTA FILA": COLOSSEO, MUSEI VATICANI, GALLERIA BORGHESE, MUSEI CAPITOLINI e tanto altro ancora

Roma Città Aperta!...camminare per le strade  di Roma significa  guardare la storia che scorre davanti ai nostri occhi, una storia fatta di  leggende, personaggi, luoghi, ricordi di narrazioni e di immagini ma tutti noi sappiamo che Roma  oltre ad avere un immenso patrimonio monumentale (che in molti casi va visitato all'interno) ha molti MUSEI che danno corpo alla sua immagine di Città Eterna e scrigno culturale di portata mondiale.
Per rendere più agevole la vostra visita a Roma abbiamo pensato di fare un elenco di luoghi sacri di Roma e relativa prenotazione on line che vi permetterà di ridurre i tempi di attesa ed avere più tempo per guardare il Tevere che scorre sotto i vostri occhi o sorseggiare un aperitivo al Parco degli Acquedotti.
(Cliccate le parole con sfondo giallo vi si aprirà la pagina per prenotare  on line le vostre visite).




COLOSSEO

Per visitare il Colosseo è bene prenotare con un po' di anticipo per evitare lunghe attese.




Un'altra soluzione salta fila è la ROMA PASS: il Colosseo  rientra nel circuito della Roma Pass

Costo unitario: € 34,00

Roma Pass, promossa dal Comune di Roma e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con ATAC, è la card turistico-culturale della Capitale che offre riduzioni e servizi ai turisti e al pubblico di curiosi per godere le bellezze di Roma.

Biglietto Colosseo gratuito ai primi 2 musei e/o siti archeologici a scelta e consecutivi
Colosseo Biglietto ridotto a tutti i successivi musei e/o siti archeologici
Colosseo Biglietti gratuiti ai mezzi di trasporto Atac (superficie, linee A e B della metropolitana, ferrovie in concessione Roma-Pantano, Roma-Lido, Roma-Viterbo all'interno del territorio urbano del Comune di Roma). Sono esclusi i mezzi Trenitalia e Cotral.
- Sconti sui biglietti Colosseo per mostre, eventi e servizi convenzionati (Roma News)
Colosseo Biglietto Ridotto per Guardia Medica Turistica multilingue - MET Travel Health
- Servizio turistico-culturale Roma Informa
- Presso il Colosseo è previsto un tornello riservato ai possessori di Roma Pass per un accesso diretto al sito.






MUSEI VATICANI

Una delle mete più ambite sono i Musei Vaticani per i quali è"consigliatissimo"  l'acquisto/prenotazione anticipata dei biglietti Cappella Sisitina e l'Udienza Papale.



GALLERIA BORGHESE

Per  visitare la Galleria Borghese  la prenotazione è obbligatoria.
Vi consigliamo questa visita perché da modo di conoscere Roma in un arco  di tempo ampio abbracciando  ambiti storici-culturali molto interessanti.



MUSEI CAPITOLINI

Anche in questo caso vi consigliamo di visitare i Musei Capitolini  prenotando con anticipo. La nascita dei Musei Capitolini viene fatta risalire al 1471, quando il papa Sisto IV donò al popolo romano un gruppo di statue bronzee di grande valore simbolico.
Le collezioni hanno uno stretto legame con la città di Roma, da cui proviene la maggior parte delle opere.





MERCATI DI TRAIANO-MUSEO DEI FORI IMPERIALI


 Mercati di Traiano L’imperatore M. Ulpio Traiano nacque ad Italica (Spagna) nel 53 d.C. II grande, formidabile compito del suo regno, fu l’espansione dell’Impero verso oriente, oltre la Dacia dove un principe, vero genio militare, Decabolo, aveva imposto all’imperatore Domiziano una pace ignominos. Nel 101 Triano partì per il Danubio. In questa campagna, apprestate strade e fortificazioni, espugnò, la capitale, ed impose condizioni estremamente dure, tanto che Decabalo non volle mantenerle. Nel 105 vi fu una nuova lotta. I daci si batterono disperatamente, ma il loro esercito fu distrutto. L’eroico principe pose fine ai suoi giorni, e Traiano tornò a Roma carico di tesori. Dopo la celebrazione del trionfo, per ricordare la sua vittoria, decise di erigere un Foro che dovesse sorpassare tutti gli altri in grandezza e splendore, affidando il lavoro al grande architetto Apollodoro di Damasco. Per creare nuovo spazio utile alla costruzione del Foro di Traiano vennero asportati 61 milioni di metri cubi di terra e roccia. Lo sbancamento di una buona parte del Quirinale produsse il raddoppiamento della superficie occupata dai Fori già esistenti. Il nuovo Foro divenne il più mirabile luogo della città. Ma il grande monumento della guerra di Dacia è la nobile Colonna che, dopo più di diciannove secoli, è stata riportata nella sua primitiva maestà ed antico splendore da impegnativi restauri. Alla sua base furono deposte le ceneri dell’imperatore la cui statua era sulla sommità. La Colonna consta di 19 blocchi di marm, e una scalinata a chiocciola porta alla cima. La parte più importante di questo storico monumento è quella fascia elicoidale di figure che tutta l’attornia e che ci dà una documentaria visione dele armi, delle arti e dei costumi tanto dei Romani che dei Daci. Qui vediamo i ponti che Traiano costruì, le fortezze che attaccò, i campi di battaglia che videro le sue vittorie, i nemici che mise in fuga. E’ ormai riconosciuta come esatta l’antica interpretaionze dell’iscrizione esistente sulla colonna, che sta a testimoniare quanto fosse alta la collina che fu sbancata per far posto al nuovo Foro presso le pendici del Quirinale. Ben poco resta dei grandi edifici che attorniavano la Colonna: la Basilica Ulpia, destinata all’amministrazione della giustizia, le due biblioteche, greca e latina, ed il tempio dedicato allo stesso Traiano. Sulla parte del Colle Quirinale tagliata per costruire il Foro venne sistemato il complesso dei MERCATI TRAIANEI. I due gruppi che lo costituiscono, uno inferiore formato da un emiciclo a tre piani, conservato in modo eccellente, ed uno superiore, contenente fra gli altri ambienti una grandiosa sala a volta, di aspetto basilicale, formano un insieme mirabile in cui il valore puramente archeologico si fonde con lo spettacolo scenografico di ampio respiro che vi si gode. Il buono stato del complesso ne consente un’interessante utilizzazione per mostre e manifestazioni culturali. L’ingresso è a largo Magnanapoli su via IV Novembre.


DOMUS ROMANA DI PALAZZO VALENTINI

Il suggestivo percorso tra i resti di "Domus” patrizie di età imperiale", appartenenti a potenti famiglie dell’epoca, con mosaici, pareti decorate, pavimenti policromi, basolati e altri reperti, è stato supportato da un intervento di valorizzazione curato da Piero Angela e da un’équipe di tecnici ed esperti, quali Paco Lanciano e Gaetano Capasso, che hanno ridato vita alle testimonianze del passato attraverso ricostruzioni virtuali, effetti grafici e filmati.
Il visitatore vede “rinascere” strutture murarie, ambienti, peristilii, cucine, terme, decorazioni e arredi, compiendo un viaggio virtuale dentro una grande Domus dell’antica Roma. Del percorso fa parte un grande plastico ricostruttivo dell’area in età romana e delle varie fasi di Palazzo Valentini, grazie al quale il visitatore può ricollocarsi all’interno del contesto urbano attraverso le sue numerose stratificazioni storiche.
A partire dal 7 dicembre 2011 l’area archeologica e il suo percorso museale si sono arricchiti di un nuovo e significativo settore. Nei sotterranei prospicienti la Colonna Traiana il visitatore può ammirare i resti di un monumentale edificio pubblico o sacro: una possente platea in opera cementizia, setti murari in grandi blocchi di travertino e peperino, fusti di colossali colonne monolitiche in granito grigio egiziano, le più grandi messe in opera nell’antichità romana, ambienti seminterrati con muri in opera laterizia e volte a crociera ribassata, databili, in base ai bolli laterizi, nella prima età adrianea.

Anche in questo nuovo spazio la visita è accompagnata da un allestimento, curato dalla stessa équipe, che permette di visualizzare l’area della Colonna Traiana così come si presentava al momento della sua costruzione. Un plastico animato consente di rivedere gli ambienti dell’epoca e in particolare la grande Basilica Ulpia, che sorgeva proprio accanto alla Colonna. Un filmato fa rivivere i due edifici adiacenti, forse adibiti a Biblioteche. Infine una ricostruzione virtuale della Colonna permette di osservare da vicino i bassorilievi e la campagna militare che essi raccontano: la conquista della Dacia, l’attuale Romania, da parte dell’imperatore Traiano. Un racconto straordinario che si conclude con la morte del re Decebalo e il trionfo dell’imperatore.



Vi forniamo un elenco di altri luoghi di interesse prenotabili on line




















DIVENTATE NOSTRI FAN SU FACEBOOK
PAGINA FAN B&B ACQUEDOTTI ANTICHI FACEBOOK